Progetto

Per Mille Molucche! nasce alla fine di un corso per genitori tenuto un anno fa da Massimo Potì, social media strategist, in una scuola di Torino: durante gli incontri alcuni genitori avevano lamentato come nelle scuole ci si riduca, spesso in fretta e furia, a organizzare corsi di formazione su internet e sui social media solo a frittata già fatta, quando magari sono già comparsi qua e là le prime conseguenze dell’uso della rete pericoloso per sé e per gli altri.

E se facessimo come si fa con i denti? e se invece di curare provassimo a prevenire?

Per Mille Molucche! è un progetto per avvicinare i bambini delle scuole elementari ai concetti chiave necessari per una navigazione responsabile e creativa prima dell’età alla quale si incomincia di solito a navigare da soli. È un po’ come si fa con l’educazione stradale: mica si aspetta di avere la patente per spiegare ai bambini come funziona un semaforo!

Di cosa si tratta nello specifico?

L’obiettivo generale del progetto Per Mille Molucche! è preparare i bambini dai 6 ai 10 anni alle dinamiche di internet, prima che essi abbiano accesso alla navigazione vera e propria, gettando le basi per un approccio critico, responsabile, e creativo nei confronti dei contenuti accessibili dai supporti digitali (smartphone, tablet e computer).

Nello specifico Per Mille Molucche! punta a prevenire comportamenti e atteggiamenti discriminatori o vessatori nei confronti dei coetanei, proponendo la costruzione di un percorso educativo che attraverso il gioco, faccia cogliere l’importanza del rispetto nei confronti degli altri. Il progetto affronta cinque temi chiave:

  • la forma di internet;
  • la differenza tra pubblico e privato;
  • la differenza tra rapporti diretti e rapporti mediati;
  • la differenza tra contenuti gratuiti e a pagamento;
  • la differenza tra reale e finzione.

Quali strumenti utilizzate per trasmettere questi concetti?

Per rendere concetti così astratti a misura di bambino, il progetto si affida a tre strumenti: il gioco di ruolo, il laboratorio teatrale, e l’utilizzo di oggetti concreti.

Il gioco è il principale mezzo per l’apprendimento, praticato quotidianamente e padroneggiato naturalmente dai bambini, anche a livello metalinguistico. Il ricorso alle dinamiche tipiche del gioco riduce il rischio che i bambini si sentano costretti a fronteggiare argomenti ritenuti troppo grandi. Il laboratorio teatrale favorisce il lavoro di gruppo e offre un ulteriore strumento per l’apprendimento: il corpo stesso dei bambini. L’uso di oggetti da assemblare, guadagnare, scambiare, dà concretezza a dinamiche e concetti astratti.

Quali sono le attività del progetto?

Le attività si articolano in una serie di attività offline e online. La parte offline è costituita dai laboratori teatrali condotti dalla compagnia Officina per la Scena nelle scuole primarie, con l’ausilio degli oggetti di scena realizzati da Fablab Torino. La componente online del progetto è costituita  dalla realizzazione di un’applicazione per tablet e smartphone prodotta da Iakta in grado di riprodurre le tappe più significative del gioco di ruolo e un manuale in formato ebook, curato da Zandegù e rivolto a genitori con figli di età compresa tra i 6 e i 10 anni e con consigli pratici su come avvicinare i propri figli al mondo digitale senza cadere da un lato nella demonizzazione, dall’altro nella sottovalutazione dei rischi effettivi.

Mi avete convinto! Come posso sostenere questo progetto?

Innanzitutto, grazie. Per Mille Molucche! è un progetto complesso, al quale stiamo dedicando tanto tempo e tanta, tanta passione. Si tratta di un progetto ambizioso che richiede un investimento iniziale non trascurabile: è per questo che abbiamo deciso di partecipare a Che Fare, il bando che premia con 100.000 Euro il progetto vincitore.

Tra gli oltre 600 progetti inviati, solo 40 sono stati ammessi alla prima selezione: noi siamo tra questi. Si tratta solo del primo passo però: per superare la seconda fase abbiamo bisogno del voto di tutti i nostri sostenitori: solo gli 8 progetti più votati avranno accesso alla fase finale, la selezione del progetto vincitore da parte di una giuria di esperti!

Per votare il progetto “Per mille molucche”, devi:

  1. andare su www.che-fare.com/progetti-approvati/per-mille-molucche/
  2. cliccare su “VOTA”, e inserire nome, cognome e indirizzo mail
  3. A questo punto, riceverai sulla casella di posta indicata due mail distinte: la prima contiene la password necessaria se vorrai votare anche per altri progetti in un secondo momento, la seconda contiene un link.
  4. Cliccalo per confermare il tuo voto! Se non ricevi la mail entro 10 min controlla nella cartella dello spam.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...